top of page

La utilizziamo tutti i giorni. Cos'è una VPN? Come renderla "Sicura"?

Una VPN (Virtual Private Network) è un sistema di connessione sicura che consente di navigare su internet in modo anonimo e privato.




Quando si utilizza una VPN, il traffico internet viene instradato attraverso un tunnel criptato che protegge la connessione dagli occhi indiscreti di terzi, compresi gli ISP (Internet Service Provider) e gli hacker.

 

Cos'è?

Una VPN (Virtual Private Network) è una tecnologia che permette di creare una connessione sicura e crittografata tra il proprio dispositivo e un server remoto su internet. È una tecnologia utilizzata per trasmettere dati sulle reti pubbliche in modo anonimo e sicuro. Funziona nascondendo gli indirizzi IP dell'utente e i dati trasmessi, in modo che non possano essere letti da chi non è autorizzato a riceverli.


Le VPN utilizzano crittografia per proteggere i dati durante la trasmissione sfruttando protocolli di sicurezza affidabili come OpenVPN, IKEv2 e L2TP/IPSec. Inoltre, le VPN spesso utilizzano autenticazione a due fattori per l'accesso alla connessione, richiedendo l'utilizzo di una seconda forma di autenticazione oltre alla password, come un codice inviato tramite SMS.


L'utilizzo di una VPN può proteggere la propria privacy online, impedendo a terzi di monitorare le attività svolte su internet. Inoltre, può essere utile per accedere a contenuti o servizi che sono limitati geograficamente, come le trasmissioni televisive o i servizi di streaming video. Infatti, cambiando il proprio indirizzo IP, si può fingere di essere localizzati in una posizione diversa da quella effettiva.


In sintesi, una VPN consente di navigare su internet in modo anonimo e privato, proteggendo la connessione e al contempo garantendo la privacy. La crittografia e i protocolli di sicurezza rendono la connessione VPN sicura e l'autenticazione a due fattori permette di aggiungere un ulteriore livello di sicurezza.


Tipologie di VPN

Esistono diverse tipologie di VPN, che si distinguono in base a come vengono configurati il client e il server usati per stabilire la connessione.

Partendo da una visione ad alto livello, è possibile raggrupparle in due macro categorie:

  • VPN dedicate ad utenti singoli

  • VPN aziendali.

Più in dettaglio vengono riportate le varie tipologie di implementazione:

  • VPN site-to-site: permettono di collegare tra loro due o più sedi di una stessa azienda, in modo che possano condividere le risorse di rete e lavorare come se fossero tutti nella stessa sede.

  • VPN client-to-site: permettono agli utenti di accedere in modo sicuro ad una rete aziendale da un dispositivo esterno, come un laptop o uno smartphone.

  • VPN mobile: sono applicazioni che permettono di connettersi a Internet in modo sicuro e anonimo da un dispositivo mobile, proteggendo i dati da eventuali intrusioni e garantendo la privacy.

  • VPN peer-to-peer: permettono di creare una rete privata tra due o più computer, consentendo di scambiare file in modo sicuro e anonimo.


Come renderla più "sicura" ?


Come detto, le VPN utilizzano diversi protocolli di sicurezza per offuscare i dati e possono richiedere un'autenticazione di complessità variabile per garantire l'accesso degli utenti. Vediamo ora alcuni consigli sulle configurazioni da applicare per aumentare il più possibile il livello di sicurezza di una VPN:

  1. Scegliere un protocollo VPN sicuro: ci sono diversi protocolli VPN disponibili, come OpenVPN, IKEv2, L2TP/IPSec, PPTP, ma alcuni di essi sono meno sicuri di altri. Per esempio, PPTP è stato considerato vulnerabile agli attacchi, mentre OpenVPN è uno dei protocolli più sicuri.

  2. Utilizzare l'autenticazione a due fattori: l'autenticazione a due fattori aggiunge un ulteriore livello di sicurezza alla VPN, richiedendo un codice generato da un'app di autenticazione o inviato via SMS, oltre alla password.

  3. Utilizzare una crittografia forte: la crittografia dei dati è un elemento chiave per la sicurezza della VPN. Scegliere una crittografia forte come AES-256-bit o superiore aiuta a proteggere i dati dalla decrittazione da parte di hacker.

  4. Limitare l'accesso: è importante limitare l'accesso alla VPN solo a coloro che ne hanno bisogno, come gli utenti aziendali. In questo modo si riduce il rischio di accessi non autorizzati.

  5. Aggiornare costantemente la VPN: mantenere la VPN aggiornata con gli ultimi aggiornamenti di sicurezza e patch per le vulnerabilità è essenziale per garantire la sicurezza della stessa.

  6. Utilizzare un firewall: un firewall può bloccare gli attacchi di tipo DDoS o le intrusioni in rete.

  7. Utilizzare un servizio VPN affidabile: scegliere un servizio VPN affidabile, che abbia una buona reputazione in termini di sicurezza e protezione dei dati, è importante per la sicurezza della VPN.

In generale, la sicurezza della VPN dipende dall'implementazione di queste e di altre misure di sicurezza, oltre all'attuazione di buone pratiche di sicurezza informatica.



Fonti e link di approfondimento:





Comments


Security News

bottom of page